Salta al contenuto principale

VIENI A TROVARCI

VIENI A TROVARCI DAL LUNEDÌ AL VENERDI'
Dalle 10.00 alle 12.00
APERTA AL PUBBLICO

VISITA LA NOSTRA SEDE ONLINE!

Non puoi venire a trovarci? Non perdere l'occasione di visitare la sede di ANPI Parma dal tuo dispositivo!


Iscriviti all'ANPI

L'ANPI è felice di accogliere tutti coloro che abbracciano i suoi ideali,
scopri come resistere insieme con un click!

Non abbassare la guardia: resisti contro il virus, segui le direttive!

Non bisogna abbassare la guardia! Clicca e scopri come difenderti e proteggere gli altri!
  • 2 giugno
    Il 2 giugno una rosa rossa sulle tombe delle 21 Costituenti

    Il prossimo 2 giugno, alle ore 10, presenti il presidente della Provincia di Parma Diego Rossi, il sindaco di Albareto Davide Riccoboni e il presidente provinciale dell’ANPI Aldo Montermini, in rappresentanza delle associazioni partigiane ALPI, ANPI, ANPC, verrà deposta una rosa rossa sulla tomba di Angela Gotelli. Una delle 21 donne elette all’Assemblea costituente il 2 giugno 1946.

    E’ l’impegno con il quale l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia invita a celebrare quest’anno il due giugno. La festa della Repubblica.

  • 042520
    Il nostro augurio in video per il 25 aprile

    La voce di Laura Cleri, i versi di Alfonso Gatto, le lettere di Etty Hillesum. E noi, e la nostra voglia di libertà.
    È un 25 aprile strano, ma ci siamo e ci saremo sempre.

  • carcere
    Capuano, Patrone, Marchesano: gli agenti carcerari morti per la libertà

    Dal febbraio del 1944, nella provincia di Parma, le milizie della Repubblica Sociale Italiana e le truppe d’occupazione tedesche eseguirono almeno 142 fucilazioni, uccidendo più di 400 persone. In questo periodo ha luogo la vicenda che vi raccontiamo oggi: quella di Gennaro Capuano, nato a Napoli il 2 ottobre 1902, Giuseppe Patrone, nato a Sessa Aurunca (CE) il 19 aprile 1910 ed Enrico Marchesano, nato a Salerno il 16 gennaio 1907. I tre erano agenti di custodia in servizio presso le carceri di San Francesco.

  • egeo
    I caduti dell'Egeo

    Dopo la notizia dell’armistizio dell’8 settembre, in assenza di comunicati ufficiali, tra i militari la tensione aumentava giorno dopo giorno. Le truppe della divisione “Acqui” si trovavano a Cefalonia, durante le trattative con i tedeschi. I possibili scenari erano pochi: collaborare con i tedeschi, combattere contro i tedeschi, oppure cedere le armi ai tedeschi.

  • Barbieri Villetta
    L'avvocato Giuseppe Barbieri

    Giuseppe Barbieri nasce il 14 febbraio 1908 a Parma. Era figlio di un insegnante, Egidio Barbieri, che aveva combattuto nella Prima Guerra Mondiale. Egidio aveva cresciuto da solo i quattro figli dopo la separazione dalla moglie, che si era trasferita a Roma.
    Giuseppe si diplomò al liceo classico “Romagnosi” nel 1929. Nel novembre del 1933 si laureò in Giurisprudenza presso l’Ateneo di Parma, con una tesi intitolata: “Il consenso del soggetto passivo al reato”.

Trova la nostra sede più vicina!

Vuoi iscriverti o desideri raggiungerci ma non sai dove trovarci ?
Nessun problema!
Le nostre sedi sono ben distribuite sul territorio,
clicca per scoprire la più vicina a te!

Leggi il fumetto online!

Il fumetto in memoria
di Soemo Alfieri
è ora consultabile online !
Scopri anche tu la storia del Partigiano "Russia" !

Contatti

Per avere maggiori informazioni e per iscriversi,
potete venirci a trovare al seguente indirizzo o
contattarci tramite i nostri recapiti:

TELEFONO

Tel:
0521 286236