Salta al contenuto principale

STORIA

STORIA

Ivan fantini io la vedevo, dovevo
io la vedevo, dovevo - Recensione del libro di Ivan Fantini

A ho da dì del robe d'in si po' santì, alora al scriv per ne sti zitta.

Devo dire delle cose che non si possono sentire, allora le scrivo per non stare zitta.

 

Du ca sirvie vuèlt? ”. Dove eravate voi?

 

Quando il vissuto diventa orribile e doloroso a tal punto da non riuscire a farne racconto orale e tuttavia è indispensabile raccontarlo, trasmetterlo per lasciarne traccia, allora si scrive proprio per non stare zitti.

neofascisti a roma
L'Apologia di fascismo, cos'è e quando si applica - Parte 1

Lucca Comics and Games, uno degli eventi più significativi per gli appassionati di fumetti e non solo, quest’anno ha assistito ad un accadimento che ha fatto scalpore: alcuni ragazzi si sono presentati per le vie della città vestiti da nazisti, completi di tutti i dettagli, inclusi un carro armato finto, svastiche sulle maniche delle giacche e bandiere raffiguranti la croce celtica.

logo anpi
L’arresto (25.11.1943 – 25.11.2019) - articolo pubblicato sulla Gazzetta di Reggio

Condividiamo l'articolo, pubblicato sulla Gazzetta di Reggio, di Albertina Soliani, Presidente dell'Istituto Alcide Cervi.

Camp Milles Interna
E se domani... ?

Venti di autoritarismo, episodi di xenofobia e razzismo quasi quotidiani, omofobia e sessismo tollerati come comportamenti quasi dovuti nel contesto sociale di oggi…

 

E SE DOMANI…  COSA FAREI IO SE DOMANI...?

Non è facile rispondere, ma un aiuto ci può venire dalla memoria di ciò che è stato.

Quella che certi luoghi custodiscono.

piazzale barbieri in una stampa d'epoca
Quell’angolo di Via Bixio raccontato da Giovanna Bertani

 

Spesso, camminando per le città, passiamo in maniera distratta a fianco di luoghi che, tra le case e il brusio indaffarato dei cittadini, hanno segnato la storia e ora ci guardano dimenticati.

Bosco di Corniglio
La Tragedia a Bosco di Corniglio

Erano le 9:40 di Martedì 17 ottobre, nell’ufficio di Mauri si trovavano Pellizzari, Renzi e Ottavio che stavano ascoltando Radio Londra.

Monumento ai caduti di Sant'Anna di Stazzema
Sant’Anna di Stazzema: perchè non bisogna dimenticare la strage

Riproponiamo questo articolo, apparso su “Patria Indipendente” in occasione del quarantesimo anniversario della strage, perché è in luoghi come questo (purtroppo non è l’unico) che dovrebbero essere portati per le orecchie quei delinquenti che sabato notte, a Roma, hanno aggredito e picchiato quattro giovani solo perché indossavano magliette col logo del Cinema America. Secondo loro "grave esternazione di antifascismo".

logo ANPI
75 anni di Resistenza, Buon Compleanno ANPI!

Oggi l’ANPI compie 75 anni. L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia si è costituita infatti a Roma liberata il 6 giugno 1944.

Una bella età settantacinque anni. Portati benissimo peraltro.

Sì perché oggi l’ANPI conta più di 100.000 iscritti ed è presente con i suoi comitati provinciali e con le sue sezioni territoriali in tutto il Paese.

Logo ANPI
Proroga Apertura Mostra

La mostra "Uno sguardo ribelle. L’immagine fotografica e la costruzione della memoria visiva della resistenza parmense", allestita presso la sede dell’Anpi in piazzale Barbieri 1/a e inaugurata il 26 aprile scorso, ha riscontrato un afflusso di pubblico decisamente oltre ogni più rosea previsione.

temi e partigiano
Memoria attiva grazie al partigiano Mario

Il nostro partigiano Mario, protagonista della resistenza parmense e prezioso testimone di quegli anni, vuole dare il suo contributo alla nostra oasi di resistenza online. Apre la sua testimonianza con una citazione da Sandor Petofi, poeta e patriota ungherese: “Per l'amore darei la vita, per la libertà darei l'amore.”

Un amore ininterrotto che continua da decenni: quando parla alle scuole, il partigiano Mario ci tiene a dire agli studenti che fra 80 anni potranno dire di aver parlato di resistenza con qualcuno che 150 anni prima l'aveva fatta davvero!

Iscriviti a STORIA