Salta al contenuto principale

Testimonianza dal Congresso di Parma

Congresso Parma

La scorsa domenica ha avuto luogo il Congresso della Sezione A.N.P.I. di Parma.

“Condividere momenti preziosi di riflessione sul complesso evento resistenziale e sulle complesse forme di resistenza che ancora caratterizzano l’oggi significa camminare sui sentieri che la musica, l’arte, il teatro, la memoria soggettiva e la storia ci offrono ancora oggi per addentrarci nei luoghi simbolici della cittadinanza, per ricercare con curiosità e passione, ancora e ancora, le radici di una democrazia che, negli ultimi anni in Italia e nel mondo, ha mostrato contraddizioni forti, come forti sono stati e sono tutt’ora i rischiosi arretramenti nella difesa dei diritti civili, sociali e politici”. Queste le parole che introducono il confronto sulle attività svolte e sulla strada da intraprendere in futuro.

Nel corso del dibattito, incentrato sul Documento per il XVII congresso nazionale ANPI “Per una nuova fase della lotta democratica antifascista”, sono state rilevati punti di forza e criticità;

Sulla base di queste ultime è stato proposto un emendamento volto a ottenere un tono meno paternalistico da parte dell’ANPI Nazionale, al fine di poter coinvolgere con più efficacia le nuove componenti sociale, in particolare donne , giovani e soggetti che non si riconoscono in un’identificazione binaria di genere. Gli spunti emersi verranno ridiscussi durante il Congresso provinciale del 7 e 8 Gennaio.

Un incontro stimolate e proficuo nel quale si sono poste le basi per la costruzione di un solido futuro.